TeachItGlobal When Universities Aren’t Teaching It At All

Awhile back, in response to the running tragedy of universities destroying their humanities programs, I asked:

So, what would happen if humanities scholars offered structured private classes in Renaissance art, Victorian literature, ancient Greek philosophy, the Age of Reason?  I’m not talking about a Great Courses recording or a MOOC, neither of which provide the opportunity for interaction with the instructor.  I mean actual individualized instruction that approximates the content of a college class.  Content that goes beyond mere exposure.  Perhaps through Skype.  Perhaps on street corners.  (OK, maybe not street corners.)  But there are stoai everywhere.  Let’s claim them.

I noted that foreign language teachers are already doing this.  Perhaps humanists from other disciplines will follow.

Anyway, Camilla, my Italian teacher, has now claimed her own stoa and created a new foreign language education website called TeachItGlobal, that offers instruction in Italian, Portuguese, and Spanish.  TeachItGlobal is also on facebook.

I have studied Italian with Camilla for nearly two years.  She is a gifted, creative, simply phenomenal teacher, and I’m very excited about her new project.   Both because she’s a great teacher, and because bringing humanities education to individualized instruction on line is a way to preserve humanistic learning in a situation where many universities are abandoning it in favor of job training programs.

Camilla provides in-depth grammar work and written feedback, personal observations on Italian culture, and conversation practice.  Through TeachItGlobal, I am confident that she will continue to offer high quality foreign language education, the kind I had no access to because my local universities no longer offer Italian.

I have been blessed with the opportunity to live in Italy on two separate occasions over the last two years.  My study of Italian with Camilla has greatly enriched those experiences.

So here, for fun and a bit of showing off, I translate.

Quindi qui, per divertimento e per sfoggiare un po ‘, traduco.

TeachItGlobal Quando Le Università Non Lo Insegnano Affatto

Qualche tempo fa, in risposta alla tragedia in atto delle università che distruggevano i loro programmi umanistici, ho chiesto:

Quindi, cosa accadrebbe se gli studiosi di discipline umanistiche offrissero classi private nell’arte rinascimentale, nella letteratura vittoriana, nella filosofia del greco antico, nell’età della ragione? Non sto parlando di una registrazione dei Great Courses o di un MOOC, nessuno dei quali offre l’opportunità di interagire con l’istruttore.  Intendo istruzioni personalizzate che si avvicinano al contenuto di una classe universitaria.  Contenuto che va oltre la semplice esposizione. Forse tramite Skype. Forse agli angoli delle strade. (OK, forse non agli angoli delle strade.) Ma ci sono stoai ovunque. Le rivendichiamo.

Ho scritto che gli insegnanti di lingue straniere questo stanno già facendo.  Forse umanisti di altre discipline li seguiranno.

Comunque, Camilla, la mia insegnante di italiano, ora ha rivendicato la sua stoa e creato un nuovo sito web per l’educazione delle lingue straniere chiamato TeachItGlobal, che offre istruzioni in italiano, portoghese e spagnolo.  TeachItGlobal è anche su facebook.

Ho studiato italiano con Camilla per quasi due anni.  È un’insegnante dotata, creativa e semplicemente fenomenale e sono molto entusiasta del suo nuovo progetto.  Perché è un’insegnante eccellente. E perché portare l’educazione umanistica all’istruzione individuale on line è un modo per preservare l’apprendimento umanistico in una situazione in cui molte università la abbandonano per favorire programmi di formazione professionale

Camilla fornisce approfondimenti grammaticali e feedback scritti, osservazioni personali sulla cultura italiana e la pratica della conversazione.  Tramite TeachItGlobal, sono fiducioso che continuerà a offrire un’istruzione di lingua straniera di alta qualità, il tipo a cui non avevo accesso perché le mie università locali non offrono più l’italiano. 

Sono stato benedetto con l’opportunità di vivere in Italia in due occasioni separate negli ultimi due anni. Il mio studio sull’italiano ha arricchito molto quelle esperienze.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *